Obbligo vaccinale ai medici. Come difendersi? Questa sera alle 20 e 30 ospite l’avv. Luigi D’Agosto

5730 visualizzazioni

Speciale di mercoledì 31 marzo alle 20 e 30 di https://100giornidaleoni.it/​. In arrivo il decreto con l’obbligo vaccinale per i medici ed infermieri. Questa sera come ospite avremo l’avvocato veronese Luigi D’Agosto per capire quali armi hanno in mano i cittadini per difendersi da questa situazione.

3 Comments

  1. E’ vero, le spese legali potrebbero essere molte ed ecco perchè diventa necessario riunirsi in un’unica causa collettiva, che richieda anche una pesante richiesta di risarcimento sia dei danni economici che psicologici. Siccome si tratta di un crimine, perchè il punto focale, incontestabile, è che stiamo parlando di esperimenti su cavie umane, e su questo veramente non c’è possibilità di interpretazione, io credo che la migliore difesa sia l’attacco. Non solo verso il governo che impone a me di essere una cavia umana rischiando la mia vita e la mia salute per un suo personale credo farmacologico ( che poi non è nemmeno accertato essere efficace, anzi, e cmq per un periodo limitatissimo…senza parlare poi, dei vari interessi, facilmente dimostrabili, di alcuni esponenti politici e medici con le case farmaceutiche); ma anche verso i datori di lavoro che applicassero cose del genere. Ci si prende un avvocato e si diffida l’azienda, previa denuncia per attentato alla propria salute ed integrità…e si tratta di un crimine penale….stiamo parlando di possibile omicidio: che uno mi spari direttamente o che mi dia la pistola in mano, obbligandomi in modo coercitivo a spararmi, non cambia il fatto che stiamo parlando di omicidio. Come dicevo, siccome l’unione fa la forza, è bene che nasca un’associazione di difesa che comprenda tutti e tutti possono contribuire con una piccola quota…

  2. Mi viene in mente questa poesia (la scrivo alla fine), e tutto si sta davvero attuando in tal modo: quando il problema era solo delle discoteche, poi dei ristoranti, poi delle palestre, poi dei negozi di abbigliamento, ora dei vaccini obbligatori ai sanitari e poi sarà a tutti coloro che lavorano col pubblico, poi ovviamente saranno gli stipendi a diminuire ( Grecia docet), poi le pensioni e poi…poi……tutto esattamente come spiega la poesia e la gente, appunto, reagisce solo quando viene toccata personalmente. Impareremo mai a difendere gli altri anche quando non siamo noi i diretti coinvolti?

    “Prima di tutto vennero a prendere gli zingari, e fui contento, perché rubacchiavano. Poi vennero a prendere gli ebrei, e stetti zitto, perché mi stavano antipatici. Poi vennero a prendere gli omosessuali, e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi. Poi vennero a prendere i comunisti, e io non dissi niente, perché non ero comunista. Un giorno vennero a prendere me, e non c’era rimasto nessuno a protestare”.

Lascia un commento

Gli ultimi su TV